Campagna europea, toni alti, contenuti “sexi”…

Toni altiFacciamoci due risate. “Alcune frasi in lingua nazionale barese, dialetto barese, riconosciuta da “L’ubosco”, patrimonio dell’umanità onesta e laboriosa. La nostra lingua, non la diamo al primo che passa…”. (Sgamuffa – Imbroglietto da quattro soldi).

Riservate ai poltici

La galline fasc l’ove e o galle g’abbrusc ‘u cule. La gallina fa l’uovo, e al gallo gli brucia il culo.
Inglese: Chicken delivers eggs and the cock has a pain in his bottom. (Complain about somebody else’s hard working).

La cer se strusc e la prgission non camin. La cera si consuma e la processione non cammina. Inglese: The candles burn out but the procession doesn’t walk. (The time is fading away and nothing is changing).

U’ pulp se coce jind all’acqua soje. Il polipo si cuoce con la sua stessa acqua. Inglese: The octopus cooks in its own water (Give time to time). 

Si ccapsciut cazz ch fcazz e chigghiun ch llambasciun! Hai preso lucciole per lanterne! Letteralmente è: “Hai capito cazzo per focaccia e coglioni per lampascioni”. Traduzione in Inglese: You caught fireflies for lanterns! Pampascione!

Lampascioni

Il pampascione in olio extra vergine di oliva. Barese, non quello della troika… . Approfitto per informare la troika e l’ordine mondiale, che l’unica cosa che hanno potuto globallizzare, sono i “vaffammoc’ a kitemmurt”, in tutte le lingue del mondo.

In conclusione, ritornando alle elezioni europee. L’unico ad aver, giustamente, mantenuto i toni alti, e nello stesso tempo è riuscito a dare contenuti meritevoli di lode e attenzione, è stato Beppe Grillo. Ha parlato di problemi reali, non di chiacchiere di alta finanza, spread, “disoccupazione teorica”, e tecniche per salvaguardare banche, troika, Germania, ecc.

A’ mbecilli, la gente non ha più da mangiare. Vi rendete conto di quanto siete ridicoli con i vostri discorsi da anni ottanta?