100mila pensioni d’oro. Ci costano 14 miliardi l’anno. Tagliate qua… se avete le palle!

 

PensioniSi cerca sempre dove tagliare, ma ci sono 14miliardi di euro l’anno, relativi a 100mila pensioni d’oro, che si possono eliminare, o quanto meno, ridurre. Parliamo di gente che percepisce fino a 90mila euro al mese. Una vergogna. Il taglio che si può fare in questo comparto, non è del 2% farmaceutico, alla Letta maniera. Qua si può tagliare anche il 60% dell’intero costo, recuperando quasi 8miliardi l’anno. Mica poco! Avendo le palle. Ma le palle, è merce sconosciuta dalle parti della politica. Al massimo si può rilevare la presenza di qualche biglia di polistirolo… quelle piccole colorate, che si danno ai gatti per farli giocare. Ecco perché alla fine, gli argomenti sono sempre quelli: 80 euro, finti. Il 40.8% delle europee, perché gli italiani stanno dormendo. L’articolo 18, per prendere per il culo tutti quanti. 

Ovviamente, un risparmio di 8 miliardi, andrebbe a favore delle famiglie senza reddito, le famiglie che hanno perso l’unico lavoratore del nucleo, e confermare così il reddito di cittadinanza a 770.000 famiglie, coinvolgendo circa 2.800.000 persone, (genitori con  2 figli), a 800 euro al mese, per 13 mesi. Oltre a risparmiare, e distribuire alla gente che ne ha bisogno, il fisco incasserebbe subito 2 miliardi di Iva, perché questi sono soldi veri, che entrerebbero immediatamente nel ciclo economico dei consumi, non come gli 80 euro dati a chi ha già un reddito,e che magari li mette da parte, oppure li spende per pagare qualche vecchia tassa o una multa. 

Non credo alla teoria del complotto. Credo invece in uomini o simili, accecati dal potere del denaro

FormaIo la penso in questo modo. Non credo alla teoria del complotto. Anche se qualcosa c’è, esiste, come è “normale” che sia. Il rischio che stiamo correndo tutti noi, non ha nulla a che vedere con fantasmi, extraterrestri, cospirazioni sotterranee. So che esiste la massoneria. So che ci sono determinati poteri occulti. So che c’è tanto altro. E pure di peggio. Ma quello che riguarda noi, la crisi economica, la sofferenza della gente, dei nostri popoli, è tutto alla luce del sole. Alla nostra portata. Sotto il nostro naso. Ma bisogna poterlo, e saperlo leggere.

Questi signori, i responsabili di quello che sta accadendo, non hanno patria, non hanno “sesso”, non hanno storia. E’ tutto nuovo. Inventato dalle nuove leve del potere, che si sono mischiate con il vecchio potere, che invece di mangiare se stesso, ha inventato un nuovo giocattolo di morte, per far “divertire” i nuovi parassiti dell’Umanità. E sono solo 4 imbecilli di banchieri, grossi banchieri, e grossi industriali-banchieri, che hanno il controllo del commercio a livello mondiale; il controllo della moneta degli stati; il potere del denaro. Il controllo della Terra. Con tutto questo, che “sembra” tanto, ma non lo è, controllano politici asserviti, e forze di polizia ed eserciti, che obbediscono alla politica corrotta.

Quelli che a noi fanno “tanta paura”, come Merkel, Juncker, sono solo i “livelli superiori” rispetto a quelli di casa nostra, che non menziono, lo faccio sempre, solo perché mi verrebbe da vomitare sulla tastiera, ma avete capito che parlo proprio di loro quattro o cinque. Si sono “sistemati” sotto il potere ed il controllo del denaro mondiale. Ma non si rendono conto che hanno costruito castelli di cartone, in mezzo alla tempesta. E siccome sono delle mezze seghe, hanno paura di altrettante mezze seghe. E ragionano e pensano in base ad accordi, forza, potere, denaro, cartuccelle, imbrogli, contratti, e finanche… occultismo.

Se prendiamo una grossa pietra, e sopra ci mettiamo una grande striscia di legno, un’asse, di forma rettangolare, creiamo una sorta di leva. Mica avrete pensate che glie l’avrei suonata in testa. No, quello no, Glie l’avrei messa nel … . Questo, si. Se prendiamo le due estremità, e ci mettiamo sopra tutto il loro potere, da una parte, compreso gli eserciti, e ci mettiamo tutti noi dall’altra parte, chi ha il maggior peso? Dobbiamo solo prendere consapevolezza della nostra forza.

Se siamo in guerra? Si!

La nostra prima battaglia che dobbiamo fare noi, è sui consumi e sulle tasse. Nulla deve mai più uscire dalle nostre case, dalle nostre terre, in direzione di case e terre che non sono nostre. Deve rimanere tutto qua. Tutto questo è assurdo? Si, ma vero. Non fidatevi dei salvatori della patria. Non hanno intenzione di salvare proprio un bel cazzo di niente.