Renzi contro i sindacati: ormai è chiaro il suo progetto

lavoro

I suoi 1000 giorni non si sa se sono partiti e se mai partiranno. Una presa in giro, dopo una serie di prese per il culo. Ora se la prende con i sindacati e vuole togliere l’ultimo pezzo di democrazia nel mondo del lavoro. L’art. 18 non è il problema della mancanza di lavoro o del crollo dei consumi. Renzi sta scherzando col fuoco e penso che prima o poi qualcuno capirà. Ora la gente dorme, perché si ciba della politica che merita. Notoriamente il Popolo italiano è un’accozzaglia di gente che si accontenta del primo che capita, basta che dica puttanate.

Se poi questo appartiene al mondo delle banche che contano, e se questo signore ci porterà in bocca alla troika, alla gente non importa. Lo capirà dopo, quando sarà troppo tardi per discutere. Quando per risolvere il problema non rimarrà che la rivoluzione. Invece di interessarsi ora dei problemi reali, e mandare a casa questo strano figuro sorto dal nulla, come i maledetti euro e l’Europa che difende a spada tratta, essendo servitore fedele, la gente si disinteressa, o delega la propria vita e quella dei propri figli a questo qua. Detto tra noi: Ma chi cazzo lo conosce?  Affidereste le chiavi di casa vostra al primo che capita?

Mauro e Mineo, i panni sporchi di Renzi. Li ha “stesi”. Metodi “spicci” da troika?

I panni sporchi direnzi

Sulle riforme che “toccano” in qualche modo la Costituzione, la fretta è pericolosa. Sbrigare frettolosamente ogni faccenda, per poi non combinare comunque nulla, è un metodo propagandidtico che non può funzionare in eterno. Renzi è sempre più troika e mi piace sempre meno. Occhi aperti! Del resto, “bistecchino fiorentino” è stato eletto solo alle europee. In Parlamento è ancora un abusivo. Solo in Italia poteva succedere una cosa del genere. Grazie Napolitano, “gratitudine”  eterna…

Marco Buti, compaesano di Matteo Renzi, è il principale collaboratore di Olli Rehn, vice presidente della commissione europea….

Marco Buti

Pontassieve è un comune di 20.000 abitanti in provincia di Firenze, Toscana. Si trova a circa 11 km dal capoluogo, sulla riva destra del fiume Arno, alla confluenza col fiume Sieve, da cui trae il nome. Preciso che Marco Buti è di una frazione di Pontassieve, denominata “Molino del Piano”. Dicono di lui che è un maestro nel combinare accademia e politica economica molto concreta. Parliamo di uno dei funzionari più potenti nella Commissione Europea. 

Vuoi che in un paese di 20.000 abitanti, le famiglie non si conoscano tra loro? Magari sono pure parenti.  

Ma guarda un pò il caso… . A farla apposta non sarebbe riuscita questa cosa. Il primo attacco frontale di Renzi, è stato lunedì scorso, quando ha detto che quelli che vogliono uscire dalla zona euro, lo fanno sorridere. Oggi ha dichiarato che i corrotti sono traditori della Patria.

E quelli che servono la troika come si chiamano?

Il sindacato deve farsi rispettare dal governo…

Sindacato

E’ chiaro che vogliono togliere ogni diritto residuo ai lavoratori. L’obiettivo della troika è quello di portare ad un livellamento sociale, un appiattimento economico, il mondo del lavoro, per il quale, la soglia di sopravvivenza delle famiglie europee, non dovrà superare 300 euro mensili.

Il sindacato è un ostacolo per loro. Questo Governo e gran parte del Pd sta con questi strani figuri. Io ho sempre contestato l’operato del sindacato. Mai avrei immaginato di doverlo difendere, nel mio piccolo.

Per quanto riguarda chi si sta vendendo alla troika, ricordo che in Italia esiste il reato di alto tradimento. Laddove non ci arrivasse la Costituzione, o le leggi dello Stato, ci arriveranno i calci nel culo della gente disperata. Speriamo presto!